intro_1.jpg intro_2.jpg intro_3.jpg intro_4.jpg intro_5.jpg intro_6.jpg intro_7.jpg intro_8.jpg

Introduzione

Le passerelle forate ad aletta rinforzata tipo PFR, trovano la migliore utilizzazione nel montaggio degli impianti di strumentazione. Sono infatti particolarmente adatte al contenimento di cavi di media e piccola sezione, cavi per trasporto segnali e tubing. La geometria delle alette laterali garantisce una buona portata, consentendo coefficienti di riempimento piuttosto elevati.

Le caratteristiche costruttive, che derivano dalla lunga esperienza SITIE nel settore dei montaggi industriali, ne consentono l'utilizzo e l'installazione in tutti gli ambienti in cui affidabilità e sicurezza sono esigenze prioritarie. Lavorando da anni in regime di qualità con le certificazioni per qualità, ambiente e sicurezza ISO 9001-2008, ISO 14001 e OHSAS 18001, SITIE detiene il marchio IMQ per tale tipo di passerelle.

Le tipologie certificate sono contrassegnate nel presente catalogo dal marchio

Note tecniche

Le passerelle forate ad aletta rinforzata, tipo PFR, sono progettate e costruite in conformità alla norma CEI EN 61537 Classe 23-76, e possono essere realizzate nei seguenti materiali:
  • Acciaio al carbonio S235JR (norma di riferimento UN IEN 10025) zincato a caldo per immersione dopo lavorazione secondo norma CEI 7.6;
  • Acciaio inox AISI 304;
  • Acciaio inox AISI 316;
  • Acciaio zincato a caldo tipo sendzimir, S250GD Z200 (norma di riferimento UNI EN 10147).
Le passerelle forate ad aletta ribordata tipo PFR sono ottenute da profilatura a freddo.
I raggi di curvatura dei pezzi speciali tengono conto delle normative CEI 11-17 che stabiliscono un raggio minimo di curvatura in rapporto al diametro del cavo, a richiesta è possibile fornire raggi di curvatura diversi.

I coperchi sono costruiti normalmente piani di spessore 1,00 mm. A richiesta possono essere forniti di spessori diversi e di forma spiovente.

Portata delle passerelle

Il sistema di passerelle forate ad aletta rinforzata tipo PFR è stato sottoposto a severi test per la definizione dei carichi massimi applicabili (SWL - Safe Working Load) in conformità alla norma CEI EN 61537; consulta il catalogo dal nostro sito per vedere i diagrammi che definiscono, in funzione della distanza tra i sostegni, il carico massimo sopportabile uniformemente distribuito (UDL - Uniformly Distribuited load) ed il carico massimo applicabile in presenza di un carico concentrato (CL - Concentrated Load).
Come carico concentrato è stato considerato un peso di 800 N posto in mezzeria rispetto ai sostegni (previsto solo per passerella altezza 100 mm).
La norma CEI EN 61537 indica come massima flessione ammissibile longitudinale 1/100 della distanza appoggi e come massima flessione trasversale 1/20 della larghezza della passerella; la flessione del sistema di passerelle forate ad aletta ribordata tipo PFR sottoposto ai carichi (UDL) rientra abbondantemente in questi parametri.

Continuità elettrica

Il sistema di passerelle forate ad aletta rinforzata tipo PFR è stato sottoposto ai test per la verifica della continuità elettrica in conformità alla norma CEI EN 61537.
La prova consiste nel far passare una corrente di 25 A, con frequenza compresa tra 50 e 60 Hz, per tutta la lunghezza dei campioni; la caduta di tensione deve essere misurata sia attraverso il giunto che sulla passerella intera, e quindi:
  • tra due punti a 50 mm da ogni lato del giunto;
  • tra due punti a distanza 500 mm su un lato rispetto al giunto.
Le impedenze misurate non devono superare i 50 mΩ attraverso il giunto e 5 mΩ per metro senza il giunto. La prova è stata eseguita su due elementi di passerella uniti da un giunto e 8 bulloni con quadro sotto testa M6x15.